Sei qui:
  • Home
  • >
  • Articoli
  • >
  • Nikon D600, il problema della polvere sul sensore scompare a 3000 scatti

Nikon D600, il problema della polvere sul sensore scompare a 3000 scatti

Pubblicato il 04/12/12 in Fotocamere

Torniamo a parlare della reflex digitale Nikon D600, macchina molto chiacchierata negli ultimi mesi non tanto per le sue qualità e prestazioni sul campo, ma quanto per il presunto problema dell’accumulo anomalo di un quantitativo eccessivo di polvere in un settore specifico del suo sensore, nella parte superiore sinistra.

Stando alle ultime voci filtrate in rete, tale fastidioso problema sarebbe limitato solamente ai primi modelli messi in produzione. Come già successo in passato con altri modelli, il produttore giapponese avrebbe dunque trovato la soluzione per risolvere, o comunque ridurre drasticamente, il problema dell’accumulo anomalo della polvere.


Ma arrivano buone notizie anche per chi è stato più sfortunato e si trova tra le mani un modello affetto dal problema. Pare infatti che l’accumulo anomalo della polvere non si manifesterebbe più al momento in cui la macchina supererebbe i tremila scatti, come confermano anche alcune società che noleggiano la Nikon D600.

Una notizia che stempera, se pur di poco, le proteste di quanti hanno speso tanti quattrini per acquistare la nuova reflex digitale ed hanno dovuto fare i conti con questo fastidioso problema. Resta però tanta delusione nei confronti di Nikon e di Nital S.p.A., distributore ufficiale dei prodotti Nikon nel nostro paese, per come hanno gestito la problematica.

Commenti su Nikon D600, il problema della polvere sul sensore scompare a 3000 scatti
Aste e Usato