Sei qui:
  • Home
  • >
  • Articoli
  • >
  • Casio Exilim FH250: design da Reflex, superzoom e sensore CMOS backlit

Casio Exilim FH250: design da Reflex, superzoom e sensore CMOS backlit

Pubblicato il 18/11/09 in Fotocamere

Completiamo la recensione delle nuove fotocamere presentate nei giorni scorsi da Casio con il modello Exilim FH250 (evoluzione tecnica della FH200), il quale dispone di un corpo macchina molto somigliante ad una Reflex digitale con tanto di impugnatura ergonomica che rende salda e sicura la presa anche nelle condizioni più difficili.

Il sensore della FH250 è lo stesso montato sulla FC150, quel CMOS backlit da 10 megapixel di cui abbiamo già evidenziato tutte le qualità. Sicuramente più prestante è invece l’obiettivo in quanto dotato di un superzoom da 20x con escursione grandangolare che parte da 26 mm fino a 520 mm (nel formato tradizionale equivalente).


Due le opzioni per inquadrare la scena da immortalare: il mirino elettronico di tipo EVF (Electronic View Finder) con risoluzione di 0,2 megapixel oppure il più pratico display LCD da ben 3,0 pollici collocato sul dorso della macchina. Anche qui c’è lo stabilizzatore dell’immagine di tipo "sensor-shift", mentre la messa a fuoco dispone della funzione super-macro da 1 cm di distanza.

La velocità di scatto e le caratteristiche di registrazione sono le stesse già elencate nella FC150. Diversi, invece, i formati supportati in quanto la FH250 scatta anche in formato Raw (Dng). L’alimentazione è affidata a quattro tradizionali batterie stilo AA facilmente reperibili sul mercato. Prezzo e disponibilità non ancora comunicati.
Commenti su Casio Exilim FH250: design da Reflex, superzoom e sensore CMOS backlit
Aste e Usato